Lunedì 25 Marzo 2019

Annunciazione del Signore

Parola del giorno
Isaìa 7,10-14; 8,10c; Salmo 39,7-11b; Lettera agli Ebrei 10,4-10; Vangelo di Luca 1,26-38

Salmo 39,7-11

Ecco, Signore, io vengo per fare la tua volontà.

7 Sacrificio e offerta non gradisci,
gli orecchi mi hai aperto,
non hai chiesto olocausto né sacrificio per il peccato.
8
Allora ho detto: «Ecco, io vengo».

«Nel rotolo del libro su di me è scritto
9
di fare la tua volontà:
mio Dio, questo io desidero;
la tua legge è nel mio intimo».

10 Ho annunciato la tua giustizia
nella grande assemblea;
vedi: non tengo chiuse le labbra,
Signore, tu lo sai.

11 Non ho nascosto la tua giustizia
dentro il mio cuore,
la tua verità e la tua salvezza
ho proclamato.

Vangelo di Luca 1,26-38

In quel tempo, 26 l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, 27 a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 28 Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te».
29
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. 30 L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. 31 Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 32 Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre 33 e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
34
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?» 35 Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. 36 Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: 37 nulla è impossibile a Dio».
38
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Continua

Nei momenti in cui nella vita accade ciò che mai avresti pensato, voluto, immaginato, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito, e continua a fidarti di quello che lui ha creato creando te.
Quando nella vita succede l’imprevisto che fa temere, l’inatteso che destabilizza, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito, e continua a fidarti di quello che lui ha seminato di luce e intelligenza, seminando in te.
Nei momenti in cui nella vita accade ciò che non capisci, che non riesci a collegare, che sembra non avere senso, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito e continua a fidarti di quello che lui ha voluto donare alla vita e al mondo attraverso te.
Nei momenti in cui tutto attorno è confusione, paura, tensione, apprensione, agitazione, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito, e continua a fidarti di quello che lui ha ricamato nel tuo cuore, tessendolo di gioia, ingegno, fantasia, genio.
Quando tutto attorno sarà in mano alla violenza, alla crudeltà, all’ingiustizia, al cinismo, alla menzogna totale, alla spietatezza, alla malvagità, alla ferocia, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito, e continua a fidarti di quello che lui ha messo nel tuo cuore come energia di misericordia, perdono, compassione, accoglienza, rispetto, pace.
Nei momenti in cui coloro che si ritengono i potenti del mondo dimostreranno di avere ogni potere, autorità, forza per schiacciare i piccoli, i deboli, gli umili, continua a fidarti di Dio Padre, Dio Yeshua, Dio Paraclito Spirito, non pensare mai male di lui e del suo amore, della sua sapienza, dei suoi desideri, e continua fidarti di ciò che lui ha posto nel tuo cuore, come energia di amore, luce, sapienza.
Il potere dei potenti è parvenza, è apparenza, che provoca dolore e morte, schiavitù e terrore, ma è parvenza, è apparenza che passa.
Il potere dei potenti della terra è miseria, non ha nulla di elevato, luminoso, sapiente.
Come Maria, la grande Madre, fidati di Dio Padre che è l’Altissimo, di Dio Yeshua che è il Re, il Signore di tutte le cose, di Dio Paraclito Spirito che è la potenza dell’Amore e della Gioia senza fine.
Fidati di Dio Padre, Figlio, Spirito Praclito, non quando non hai altri a cui affidarti, non perché non c’è altro di cui fidarsi, ma per amore di chi ti ama, per l’amore che l’Amore ti ha seminato dentro.

IL FELICE INCONTRA – Bussate e vi sarà aperto, 27 e 28 marzo 2019