Domenica 26 Maggio 2019

6a di Pasqua – Anno C

Parola del giorno
Atti degli Apostoli 15,1-2.22-29; Salmo 66,2-3.5-6.8; Apocalisse 21,10-14.22-23; Vangelo di Giovanni 14,23-29

Salmo 66,2-3.5-6.8

Ti lodino i popoli, o Dio, ti lodino i popoli tutti.
Oppure: Alleluia, alleluia, alleluia.

2 Dio abbia pietà di noi e ci benedica,
su di noi faccia splendere il suo volto;
3
perché si conosca sulla terra la tua via,
la tua salvezza fra tutte le genti.

5 Gioiscano le nazioni e si rallegrino,
perché tu giudichi i popoli con rettitudine,
governi le nazioni sulla terra.

6 Ti lodino i popoli, o Dio,
ti lodino i popoli tutti.
8
Ci benedica Dio e lo temano
tutti i confini della terra.

Vangelo di Giovanni 14,23-29

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 23 «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. 24 Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
25
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. 26 Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. 27 Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.
28
Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. 29 Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».

Scelta

Perché Lui deve tornare sulla terra? Forse perché il mondo, cioè i sistemi di potere politico, culturale, ideologico, scientifico, economico, militare, ai quali non interessa assolutamente nulla della vera libertà e pace, del vero benessere dell’uomo, come bestie feroci stanno dilaniando e depredando l’umanità di ogni bene, bellezza e risorsa? No. Lui non tornerà per fermare la ferocia spietata dei potenti, ferocia che sta dilagando in ogni angolo della terra contro i piccoli e i poveri.
Forse che Lui tornerà sulla terra perché siano svelati i pensieri di tutti quelli che predicano fratellanza, unità e pace dai loro altari, che proclamano dalle loro cattedre giustizia, libertà, progresso, e, nello stesso momento, si rendono responsabili di ogni tipo di eccidio, ingiustizia, sopraffazione? No. Lui non tornerà per svelare i pensieri oscuri e i progetti mortali dei cuori e delle menti votate al demonio, che stanno schiacciando le nazioni sotto la pressa satanica della miseria e della repressione violenta.
Forse che Lui tornerà per convertire i sistemi del potere e della morte, che, attraverso l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del cibo, stanno assicurando la morte violenta a milioni di uomini e di animali, in organizzazioni che sembrano dedite all’amore e alla pace? No. Lui non verrà per convertire i potenti, e nemmeno per convertire i popoli, questo era il suo mandato quando si è incarnato duemila anni fa.
Lui ora non verrà per combattere il male, per recidere l’ordito di Satana dalla faccia della terra, per illuminare e risvegliare le genti dall’ignoranza. No, non verrà per questo. Lui verrà per prendere casa. Lui verrà per prendere dimora dentro i suoi figli e condurli verso un’evoluzione meravigliosa. Quando Lui verrà cambierà tutte le cose, semplicemente abitando e dimorando presso i suoi figli che gli avranno fatto spazio dentro il loro cuore. Ma come farà a scegliere in quale cuore porre la sua dimora? Semplice. Dove le scelte dell’uomo avranno fatto spazio all’amore, Lui troverà spazio per porre la sua dimora, dove le scelte dell’uomo non avranno fatto spazio all’amore, Lui non troverà spazio per porre la sua dimora, perché sarà già la dimora di qualcun altro.
Com’è vero che è l’uomo a fare le proprie scelte, è altrettanto vero che sono le scelte di un uomo a fare un uomo, a creare nel cuore di un uomo lo spazio per la vita o per la morte, per Dio o per il diavolo.
L’uomo è le sue scelte e, attraverso le sue scelte, fa spazio dentro di sé all’amore o toglie spazio dentro di sé all’amore. Quando l’uomo fa spazio all’amore, fa spazio alla dimora di Dio dentro di sé, quando l’uomo toglie spazio all’amore, fa spazio alla dimora di Satana dentro di sé.
Gesù, quando tornerà sulla terra nella sua venuta intermedia, non verrà a giudicare, a condannare, a convertire, a ispirare, ma verrà a trovare casa nel cuore dei suoi figli, semplicemente e meravigliosamente.
Coloro nei quali Gesù troverà spazio per abitare, costoro potranno abitare la terra ed evolversi nella pace, felici e pieni di benessere. Coloro nei quali Gesù non troverà spazio per abitare, perché ogni spazio sarà già abitato da qualcun altro, costoro non potranno più abitare la terra e nemmeno i cieli dei cieli dove Gesù, dopo la sua risurrezione, è andato a prepararci un posto.
La nuova umanità sarà fatta tutta da uomini e donne abitati da Dio.