La Parola di oggi e il commento al Vangelo

Questa sezione presenta quotidianamente il Vangelo del Giorno accompagnato da una riflessione, insieme all'antifona e al Salmo corrispondente, che in alcuni particolari periodi dell’anno liturgico potranno essere musicati e cantati. Ogni giorno potrai vivere la Parola, leggerne il commento e scaricare tutto in formato PDF dalla sezione sinistra del sito.

Sabato 18 Aprile 2015

Parola del giorno
Atti degli Apostoli 6,1-7; Salmo 32,1-2.4-5.18-19; Vangelo di Giovanni 6,16-21

Antifona e Salmo 32,1-2.4-5.18-19

Su di noi sia il tuo amore, Signore.
Oppure: Alleluia, alleluia, alleluia.

1 Esultate, o giusti, nel Signore;
per gli uomini retti è bella la lode.
2 Lodate il Signore con la cetra,
con l’arpa a dieci corde a lui cantate.

4 Perché retta è la parola del Signore
e fedele ogni sua opera.

5 Egli ama la giustizia e il diritto;
dell’amore del Signore è piena la terra.

18 Ecco, l’occhio del Signore è su chi lo teme,
su chi spera nel suo amore,

19 per liberarlo dalla morte
e nutrirlo in tempo di fame.

Vangelo di Giovanni 6,16-21

16 Venuta la sera, i suoi discepoli scesero al mare, 17 salirono in barca e si avviarono verso l’altra riva del mare in direzione di Cafàrnao.
Era ormai buio e Gesù non li aveva ancora raggiunti; 18 il mare era agitato, perché soffiava un forte vento.
19 Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura. 20 Ma egli disse loro: «Sono io, non abbiate paura!» 21 Allora vollero prenderlo sulla barca, e subito la barca toccò la riva alla quale erano diretti.

Chi ha la forza?

È buio il tempo, il mare agitato, il vento è forte. La nostra umanità è una barca che naviga senza timone al buio della tempesta, solca mari agitati, tempestosi a ogni livello del vivere e fortissime sono le forze del vento che spingono al contrario. Cosa fare? L’umanità ha cercato soluzioni ovunque. Ha fatto salire a bordo della propria barca i signori delle religioni, che hanno invaso ogni angolo dell’imbarcazione con superstizione, devozionismo, morale, dogmi, con la promessa che avrebbero potuto far volare in un attimo l’imbarcazione umana verso la riva della pace, della serenità e della sicurezza. Ma costoro hanno avuto la forza di portare l’umanità al sicuro, sulle rive della pace? No. Allora l’umanità ha fatto salire a bordo i signori della scienza, della cultura, della tecnologia, riempiendo le vele di speranze, progresso, innovazione, cambiamento. Ma costoro hanno avuto la forza? No. Allora l’umanità ha fatto salire a bordo i signori della politica, che hanno riempito immediatamente poppa e prua, cervelli e cuori di comizi, proclami, elezioni, costituzioni, leggi, progetti, parlamenti, democrazie, confidando che almeno loro avrebbero potuto condurre l’umanità su rive sicure, piene di benessere e pace. Ma costoro hanno avuto la forza? No. Allora l’imbarcazione dell’umanità ha fatto salire a bordo i signori delle banche e del sistema economico e finanziario e costoro hanno trasformato tutto in denaro, profitto, interessi, banche, prestiti, debiti, affari e multinazionali. Ma costoro hanno avuto la forza? No. 
Tanti sono coloro che l’umanità ha fatto salire a bordo, e non solo tutti costoro non sono serviti a nulla, non solo nessuno di questi è mai più sceso dalla barca ma addirittura essi si sono trasformati in padroni perversi, violenti e assetati di dominio. Tutti questi signori, ognuno nella propria dimensione, per garantirsi il loro tornaconto continuano a strumentalizzare il bisogno di pace e di benessere dell’uomo, fornendo ai popoli fantasmi e surrogati umilianti e avvelenati. Nessuno dei signori del tempio, della scienza, della politica e delle banche è sceso dall’imbarcazione dell’umanità, anche di fronte al proprio evidente devastante fallimento. 
Nessuno è sceso e ora coloro che sono stati presi a bordo controllano anche chi vi potrebbe salire. Gesù è uno di quelli che più di qualsiasi altro tengono alla larga, perché è l’unico che ha la forza, che è la forza per condurre l’uomo, senza la minima fatica, oltre il buio, oltre la tempesta e oltre il vento contrario. I signori del potere sanno che Gesù ha la forza di far letteralmente volare l’umanità oltre la tempesta e di liberare l’umanità dall’ignoranza e dalla sottomissione satanica. Per questo i signori del potere religioso, scientifico, economico, non solo non scenderanno dall’imbarcazione dell’umanità, ma anche non faranno salire nessun altro che non si sottometta completamente ai loro dettami e obiettivi, Gesù meno di tutti. In che modo l’umanità può comunque far risalire a bordo Gesù? C’è un modo semplice e potentissimo e che nessuno può fermare: far entrare Gesù nell’intimità del cuore e implorare che lui ci liberi dalle tenebre maligne che tutto stanno avvolgendo, ci salvi dalla tempesta distruttiva che incombe, dal vento contrario di Satana che ogni passo e ogni via di luce sembra bloccare e fermare. È tempo di non chiedere più a nessuno fuori di noi di entrare nella nostra barca, è tempo che ciascuno decida in cuor suo chi far salire a bordo del proprio cuore. Da questa decisione dipende cosa accadrà, come accadrà e quando accadrà. Gesù è alla porta del nostro cuore e bussa, è sul bordo della nostra barca e gentilmente lo ripete, ci ripete: Io sono, non abbiate paura!

Nota per il lettore
La riflessione Chi ha la forza? è tratta dal libro Innamorati dell’amore di Paolo Spoladore, Ed. Usiogope, Venezia, 2013.

«  

Aprile

  »
L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 

YES MUSIC LIVE

YES MUSIC LIVE
Il nuovo live di People in Praise

SABATO 30/05/2015 ore 20:30
Zoppas Arena
CONEGLIANO (TV)

Newsletter

News

Pubblicato
LAZZARO
5° brano della sezione Il Felice incontra - capitolo Incontri

Pubblicato
LA PIETRA SCARTATA
il nuovo Salmo cantato di People in Praise

Pubblicato
LA FEDE
4° brano della sezione Il Felice incontra - capitolo Il Felice spiega

Pubblicato il brano ORA SCIOGLI nella Sezione Musica per Lodare.

Salvo quanto di pubblico dominio, le opere dell’ingegno creativo pubblicate in questo sito sono oggetto di proprietà intellettuale riservata e pertanto protette dalla normativa sul diritto di autore e sui diritti connessi. L’accesso a qualsiasi parte del presente sito, opera creativa dell’ingegno o altra opera pubblicata nei siti linkati o posizionata nei loro server e raggiungibili tramite questo sito, comporta inevitabilmente la soggezione alla suddetta normativa e alle Note legali della relativa pagina web di questo sito.