Mercoledì 29 Maggio 2019

6a settimana di Pasqua

Parola del giorno
Atti degli Apostoli 17,15.22 - 18,1; Salmo 148,1-2.11-14; Vangelo di Giovanni 16,12-15

Salmo 148,1-2.11-14

I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.
Oppure: Alleluia, alleluia, alleluia.

1 Lodate il Signore dai cieli,
lodatelo nell’alto dei cieli.
2
Lodatelo, voi tutti, suoi angeli,
lodatelo, voi tutte, sue schiere.

11 I re della terra e i popoli tutti,
i governanti e i giudici della terra,
12
i giovani e le ragazze,
i vecchi insieme ai bambini
13
lodino il nome del Signore.

Perché solo il suo nome è sublime:
la sua maestà sovrasta la terra e i cieli.
14
Ha accresciuto la potenza del suo popolo.
Egli è la lode per tutti i suoi fedeli,
per i figli d’Israele, popolo a lui vicino.

Vangelo di Giovanni 16,12-15

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: 12 «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. 13 Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. 14 Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. 15 Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Forzare mai

Al versetto 13 è scritto letteralmente: vi precederà nella verità tutta. Il verbo greco usato è hodegèo, “conduco”, denominativo di hodegòs, “guida”. Hodegèo è composto da hodòs, “suolo, terreno, via, strada, viaggio” – stessa radice di hodèuo, “viaggio, percorro una strada” – ed egèomai, “guido, conduco, precedo; ho la supremazia, il governo, il dominio; sono alla testa, a capo, ho il comando”. Lo Spirito di verità introdurrà i discepoli nella comprensione delle parole di Gesù. Nel vangelo di Giovanni, al momento del discorso dopo l’ultima cena, Gesù precisa la missione straordinaria del Soccorritore che il Padre invierà in suo nome, una missione di testimonianza: Lo Spirito di verità renderà testimonianza in mio favore (Giovanni 15,26); una missione di insegnamento: Egli vi andrà insegnando tutto (Giovanni 14,26); una missione di memoria: Vi ricorderà tutto ciò che io vi ho esposto (Giovanni 14,26); una missione profetica: Vi interpreterà ciò che deve accadere (Giovanni 16,13); una missione di guida: Vi guiderà progressivamente alla verità tutta intera (Giovanni 16,13). In queste diverse missioni dello Spirito, ciò che colpisce è il loro rapporto con l’ambito della conoscenza. Niente di strano, poiché Gesù descrive la vita definitiva, la vita eterna, in questi termini: Questa è la vita definitiva: che essi conoscano personalmente te, l’unico vero Dio, e il tuo inviato, Gesù Messia (Giovanni 17,3). Infatti, si tratta prima di tutto di una conoscenza nel senso biblico, una percezione al di là della semplice nozione, è un conoscere che dipende da una “nascita con”, da un’intimità d’amore. Ma la conoscenza intellettuale, la ragione che sostiene la fede è proprio una delle componenti del nostro vivere come credenti. Riguardo al Maestro, lo Spirito è il motore e il garante di un progresso verso la pienezza della conoscenza. Lo Spirito conduce, anzi precede il cammino verso la verità senza mai forzare. Alla verità si può condurre, ispirare e guidare ma sempre e solo senza forzare. Il sistema e il metodo più efficaci e infallibili per allontanare gli uomini dalla verità e impedire il loro incontro con la verità è forzare il loro cammino verso di essa. Se una volontà precisa volesse fare a pezzi e devastare per secoli e millenni la strada che dal cuore dell’uomo conduce alla verità, non dovrebbe fare altro che costringere con la forza, con qualsiasi forza. Non deve far altro che premere con la persuasione, pressare con ricatti, cacciar dentro con la forza e senza sorriso, coartare, invadere, obbligare, sforzare, accelerare, violare, comprimere, prevaricare. Ogni forzatura allontana dalla verità.

Questa sezione presenta quotidianamente il Vangelo del Giorno accompagnato da una riflessione, insieme all'antifona e al Salmo corrispondente, che in alcuni particolari periodi dell’anno liturgico potranno essere musicati e cantati. Ogni giorno potrai vivere la Parola, leggerne il commento e scaricare tutto in formato PDF dalla sezione sinistra del sito.