Questa sezione presenta quotidianamente il Vangelo del Giorno accompagnato da una riflessione, insieme all'antifona e al Salmo corrispondente, che in alcuni particolari periodi dell’anno liturgico potranno essere musicati e cantati. Ogni giorno potrai vivere la Parola, leggerne il commento e scaricare tutto in formato PDF dalla sezione sinistra del sito.

Mercoledì 24 Novembre 2021

34a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno
Danièle 5,1-6.13-14.16-17.23-28; Salmo: Danièle 3,62a.63a-64a.65a.66a.67a; Vangelo di Luca 21,12-19

Salmo: Daniele 3,62.63-64.65.66.67

A lui la lode e la gloria nei secoli.

62 Benedite, sole e luna, il Signore.
63 Benedite, stelle del cielo, il Signore.

64 Benedite, piogge e rugiade, il Signore.
65 Benedite, o venti tutti, il Signore.

66 Benedite, fuoco e calore, il Signore.
67 Benedite, freddo e caldo, il Signore.

Vangelo di Luca 21,12-19

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «12 Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. 13 Avrete allora occasione di dare testimonianza.
14
Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; 15 io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere.
16
Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; 17 sarete odiati da tutti a causa del mio nome. 18 Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto.
19
Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».

Tradire

L’obiettivo di Lucifero è fare di tutto affinché il maggior numero di figli di Dio, in un modo o nell’altro, si consegnino volontariamente nelle sue mani sataniche, in modo che costoro si perdano definitivamente, si allontanino completamente da Dio e dall’amore. Chi si consegna deliberatamente a Satana, consegna a lui la vita del proprio spirito, del proprio cuore e del proprio corpo.
Tuttavia Satana non ha il potere di afferrare lo spirito e il cuore degli uomini che hanno scelto di amare e servire il Dio della vita e che non si consegnano a Satana in nome del potere, del successo, del prestigio, della ricchezza, della gloria umana. Satana ha il permesso di colpire solo la loro persona fisica e la loro vita materiale e sociale, e non può comunque farlo direttamente con le sue mani, deve farlo attraverso le mani, le scelte, le azioni dei figli che a lui si sono venduti e dedicati.
Gli amici di Dio che si adoperano per la salvezza e il risveglio del popolo di Dio, sono quelli che Satana odia di più in assoluto, sono i suoi nemici peggiori ma non può colpirli direttamente nel cuore e nello spirito, e, allora, cosa fa? Satana ha organizzato tutto il suo regno sulla terra in modo tale che i servi del Signore, che sono al servizio del popolo di Dio, in questa vita terrena siano costantemente ostacolati, rallentati, oppressi da nemici, sia occasionali che strutturati, come il sistema del potere, le gerarchie, le strutture dell’addestramento, i principati economici. Satana, non potendo mettere direttamente le fauci sullo spirito e sul cuore dei servi di Dio, cerca di persuadere i propri servi a consegnare gli operai del Signore nelle mani dei loro nemici giurati terreni, che sono sempre pronti a colpire, distruggere e annientare i figli di Dio. Qual è il modo previsto da Satana per fare in modo che i suoi servi consegnino i figli di Dio nelle mani dei loro nemici? È il tradimento. Tradire, dal latino tradere, significa dare, consegnare, mettere in mano al nemico. Tradire non è solo mancare di fede verso colui che si fida, tradire è stringere un patto con il male per consegnare qualcuno al nemico. Attraverso il tradimento, che consegna un figlio di Dio nelle mani dei nemici, i servi del male vendono il loro cuore a Satana e acquisiscono maggior potere umano. Il signore e maestro del tradimento è Lucifero, perché è attraverso il tradimento che fagocita le anime dei figli di Dio che a lui si assoggettano, ostacolando così il cammino dei servi del Signore. Gesù avvisa l’umanità che Satana userà tutto e tutti pur di ostacolare il cammino dei figli di Dio, e userà soprattutto il tradimento per consegnare i figli di Dio nelle mani dei loro nemici. Gesù aggiunge pure che Satana, il re beffardo del tradimento, farà sì che a tradire i figli di Dio, per consegnarli ai loro nemici, siano proprio le persone più vicine e di fiducia come i genitori, i fratelli, i parenti, gli amici. Tradire i fratelli e consegnarli ai nemici è un modo efficacissimo e potente per far entrare Satana nel proprio cuore e consegnare la propria vita a lui. Chi non vuole tradire i fratelli dovrà subire calunnia, condanna, persecuzione, anche la morte, ma nulla della propria essenza spirituale e della propria vita divina sarà sfiorato dal male. Gesù è chiaro: chi non tradisce i fratelli e chi non li consegna al nemico non sarà toccato dal Maligno e nemmeno un capello del suo capo andrà perduto.