Lunedì 30 Settembre 2019

26a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno
Zaccarìa 8,1-8; Salmo 101,16-21.29.22.23; Vangelo di Luca 9,46-50

Salmo 101,16-21.29.22.23

Il Signore ha riconosciuto Sion ed è apparso nel suo splendore.
Oppure: Si raduneranno i popoli per servire il Signore.

16 Le genti temeranno il nome del Signore
e tutti i re della terra la tua gloria,
17
quando il Signore avrà ricostruito Sion
e sarà apparso in tutto il suo splendore.
18
Egli si volge alla preghiera dei derelitti,
non disprezza la loro preghiera.

19 Questo si scriva per la generazione futura
e un popolo, da lui creato, darà lode al Signore:
20
Il Signore si è affacciato dall’alto del suo santuario,
dal cielo ha guardato la terra,
21
per ascoltare il sospiro del prigioniero,
per liberare i condannati a morte.

29 I figli dei tuoi servi avranno una dimora,
la loro stirpe vivrà sicura alla tua presenza.
22
perché si proclami in Sion il nome del Signore
e la sua lode in Gerusalemme.
23
quando si raduneranno insieme i popoli
e i regni per servire il Signore.

Vangelo di Luca 9,46-50

In quel tempo, 46 nacque una discussione tra i discepoli, chi di loro fosse più grande.
47
Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino 48 e disse loro: «Chi accoglierà questo bambino nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande».
49
Giovanni prese la parola dicendo: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e glielo abbiamo impedito, perché non ti segue insieme con noi». 50 Ma Gesù gli rispose: «Non lo impedite, perché chi non è contro di voi, è per voi».

Grandi e piccoli

Uomo, puoi usare il nome di Dio
per cercare di esaltare il tuo nome e condannare e schiacciare quello degli altri,
ma in questo modo l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi strumentalizzare il nome di Dio
per cercare di essere il più grande tra tutti, il più importante,
ma in questo modo l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi sfruttare il nome di Dio
per avere il dominio, per esercitare il controllo, per sottomettere e spadroneggiare, 
ma in questo modo l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi pregare il nome di Dio tutti i giorni,
ma se con le tue parole spargi calunnia, maldicenza, menzogna sui tuoi fratelli,
se parli male e duramente di loro,
l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi usare il nome della legge,
per condannare, punire, castigare i tuoi fratelli,
ma così facendo l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi coprirti dietro il mantello della giustizia,
per giudicare, inquisire, giustiziare i tuoi fratelli,
ma in questo modo l’amore non è in te e tu non sei nell’amore.
Uomo, puoi coprirti di onori e ricchezze, istituzioni e morali,
rigurgitare proclami di libertà e giustizia,
osannare sicurezza e dignità,
annunciare progresso e modernità,
ma l’amore non è in te e tu non sei nell’amore,
e davanti alla vita sei solo un piccolo uomo,
veramente un piccolo uomo.
Uomo, quando l’amore è in te e tu sei nell’amore,
allora, anche se per tutti e per il mondo sei un piccolo uomo,
davanti alla vita tu sei un grande, veramente un grande uomo.

Questa sezione presenta quotidianamente il Vangelo del Giorno accompagnato da una riflessione, insieme all'antifona e al Salmo corrispondente, che in alcuni particolari periodi dell’anno liturgico potranno essere musicati e cantati. Ogni giorno potrai vivere la Parola, leggerne il commento e scaricare tutto in formato PDF dalla sezione sinistra del sito.