Domenica 3 dicembre 2023

PDF della traccia

Symphonein Celebriamo il Natale 2023

L’esperienza intima o comunitaria della preghiera e della lode a Dio è un’esperienza del cuore e dello spirito. Ogni ripresa audio-video, e la relativa trasmissione pubblica o privata, ne tradisce profondamente il valore, ne snatura il senso, ne annulla l’efficacia. Durante Symphonein, nel sito di People in Praise non avrà luogo alcun evento online, né alcuna trasmissione in streaming.
Qualsiasi altra esperienza analoga, organizzata da chiunque e riferita a People in Praise, o che comunque utilizza il materiale di People in Praise, dovrà attenersi a quanto sopra.

 

Domenica 3 dicembre 2023, ore 17:00
1a di Avvento – Anno B

Indicazioni sul metodo
Scegliamo un ambiente raccolto.

Se possibile, esponiamo un’immagine della Sindone da illuminare con tre candele, sulla quale raccogliere morbidamente lo sguardo.
Facciamo precedere alla preghiera alcuni istanti di silenzio e di raccoglimento.
Può essere molto utile sincronizzarsi sul proprio respiro.
Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità, senza ansia né fretta.
La fretta è nemica della preghiera e dell’unione con Dio.
 


Traccia per la preghiera

Guida:    Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Tutti:      Amen.
Guida:    Benediciamo Dio, origine e fonte di ogni bene.
Tutti:      Amen.

Ripetiamo la seguente invocazione molto lentamente, quasi sottovoce, per qualche minuto, per poi concluderla con tre Gloria al Padre.

Tutti:    Spirito Santo Paraclito, Consolatore e Difensore,
            guida e ispira la nostra preghiera. Amen.

            Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
            Com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (tre volte)

 

Signore fa’ splendere il tuo volto

Salmo 79,2a.2c.3bc.15-16.18-19

Signore, fa’ splendere il tuo volto e noi saremo salvi.

2 Tu, pastore d’Israele, ascolta,
seduto sui cherubini, risplendi.
3 Risveglia la tua potenza
e vieni a salvarci.

15 Dio degli eserciti, ritorna!
Guarda dal cielo e vedi
e visita questa vigna,
16 proteggi quello che la tua destra ha piantato,
il figlio dell’uomo che per te hai reso forte.

18 Sia la tua mano sull’uomo della tua destra,
sul figlio dell’uomo che per te hai reso forte.
19 Da te mai più ci allontaneremo,
facci rivivere e noi invocheremo il tuo nome.

 

Momento di silenzio.
Segue la lettura del vangelo da parte di un lettore; la lettura sia eseguita tranquillamente, senza fretta, facendo risuonare sia le parole che il senso del testo.

Vangelo di Marco 13,33-37

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «33 Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. 34 È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.
35 Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; 36 fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.
37 Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!»

Parola del Signore.
Lode a te, o Cristo.

 

Segue la lettura della riflessione da parte di un lettore.

Vegliate

Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate! Suona come un invito, ma non è propriamente un invito è ancora di più un imperativo. Qui non è data una possibilità, ma un fondamentale di metodo per vivere in Dio, per Dio e secondo Dio.
Vegliate. Perché?  
Quando si deve vegliare? In che occasioni è indispensabile vegliare? È indispensabile vegliare quando c’è un pericolo, un nemico, un’emergenza. È indispensabile vegliare quando la situazione prevede l’eventualità e la possibilità di un grave rischio che possa mettere a repentaglio la vita stessa.
Perché Gesù insiste più volte nel dire: Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate? Perché vegliare? Perché stare in guardia? Perché vegliare? Per difendersi da chi o da cosa?
Perché Gesù vuole che vegliamo? Desidera ovviamente che vegliamo per difenderci dal nemico per eccellenza, Satana, il diavolo. Gesù dice all’uomo di vegliare, di fare la guardia, di stare in guardia in modo che Satana non possa esercitare il suo potere, il potere di mettere a repentaglio la vita terrena ed eterna dell’uomo.
Ma da cosa deve guardarsi l’uomo? Rispetto a chi o a che cosa deve stare in guardia? L’uomo deve vegliare per non cadere in quale pericolo? Qual è il pericolo più grande? Qual è il più grande rischio per l’uomo? 
Qual è il più grande potere del nemico, di Satana? La menzogna.
Gesù lo definisce così: Egli è stato omicida fin dal principio, e non si è attenuto alla verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna (Giovanni 8,44).
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate! Vegliare per non farsi sorprendere da cosa?
Dall’arma più potente di Satana: la menzogna. La menzogna vestita da verità.
Gesù invita tutti ma proprio tutti a vegliare per non cadere nell’abisso della menzogna di Satana. Satana fa tutto, sempre e ogni cosa attraverso la menzogna. Da quando si è separato da Dio, la menzogna gli è connaturata e per questo Satana usa la menzogna e l’inganno per allontanare e separare l’uomo da Dio. Chi si allontana da Dio cede miseramente agli intrighi della menzogna. Chi cede agli intrighi della menzogna si allontana da Dio.
Quando l’uomo perde il senso, l’olfatto, la percezione e il gusto della verità, perde tutto e perderà ogni cosa.
Ecco le due strategie di Satana riguardo alla menzogna. Prima di tutto Satana usa tutti i suoi mezzi e i centri di diffusione a sua disposizione per confondere le idee alle persone con molteplici e contraddittorie informazioni rispetto a una verità. Poi costruisce una verità falsa che, con tutto il chiasso di cui dispone, impone a tutti, ad ogni costo e sotto ogni tipo di minaccia. In questo modo impone se stesso al mondo e l’umanità dimentica la verità, se stessa e Dio. 
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate! Vegliate sul vostro cuore, che non si addormenti in sciocchezze e idiozie di ogni tipo. Vegliate sulla vostra intelligenza, che non diventi un crogiolo velenoso di convinzioni, pregiudizi, inganni dettati dal sistema e dalle istituzioni.
Quando l’umanità smette di vegliare, Satana il menzognero entra nel cuore e nell’intelligenza dell’uomo e fa man bassa di ogni verità e bellezza.
Una volta che il menzognero si è fatto spazio nel cuore e nell’intelligenza dell’uomo, cosa accade? Accade che l’umanità designa la volpe a guardia del pollaio, pensando di fare la cosa più sicura e giusta. In questo modo, svuotata di ogni lume dell’intelletto, elegge Satana e i suoi servi a propri guardiani, convinta di fare cosa sana e giusta.  
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!

 

Guida:    Per intercessione di Maria nostra Madre e dei Santi Arcangeli, ci benedice, ci accompagna, in noi dimora Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo.
Tutti:      Amen.

 

 

Note:

  1. i brani Avun, Chaire, Peace sono contenuti in Shiloh (cd+libro), di Paolo Spoladore, Usiogope, Venezia, 2009;
  2. la riflessione Vegliate è stata scritta da Paolo Spoladore per People in Praise - Symphonein Celebriamo il Natale 2023.