Domenica 21 febbraio 2021

PDF della traccia

Symphonein Celebriamo la Pasqua 2021

L’esperienza intima o comunitaria della preghiera e della lode a Dio è un’esperienza del cuore e dello spirito. Ogni ripresa audio-video, e la relativa trasmissione pubblica o privata, ne tradisce profondamente il valore, ne snatura il senso, ne annulla l’efficacia. Durante Symphonein, nel sito di People in Praise non avrà luogo alcun evento online, né alcuna trasmissione in streaming.
Qualsiasi altra esperienza analoga, organizzata da chiunque e riferita a People in Praise, o che comunque utilizza il materiale di People in Praise, dovrà attenersi a quanto sopra.

 

Domenica 21 febbraio 2021, ore 17:00
1a di Quaresima – Anno B

Indicazioni sul metodo
Scegliamo un ambiente raccolto.

Se possibile, esponiamo un’immagine della Sindone da illuminare con tre candele, sulla quale raccogliere morbidamente lo sguardo.
Facciamo precedere alla preghiera alcuni istanti di silenzio e di raccoglimento.
Può essere molto utile sincronizzarsi sul proprio respiro.
Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità, senza ansia né fretta.
La fretta è nemica della preghiera e dell’unione con Dio.
 


Traccia per la preghiera

Guida: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Tutti: Amen.
Guida: Benediciamo Dio, origine e fonte di ogni bene.
Tutti: Amen.

Ripetiamo la seguente invocazione molto lentamente, quasi sottovoce, per qualche minuto, per poi concluderla con tre Gloria al Padre.

Tutti: Spirito Santo Paraclito, Consolatore e Difensore, guida e ispira la nostra preghiera. Amen.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo
com’era nel principio,
e ora e sempre nei secoli dei secoli.
Amen. (tre volte)

Tutti i sentieri

Salmo 24,4-5b.6.7c-9

Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà.

4 Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
5 Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

6 Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore che è da sempre.
7 Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

8 Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
9 guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

 

Momento di silenzio.
Segue la lettura del vangelo da parte di un lettore; la lettura sia eseguita tranquillamente, senza fretta, facendo risuonare sia le parole che il senso del testo.

Vangelo di Marco 1,12-15

In quel tempo, 12 lo Spirito sospinse Gesù nel deserto 13 e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
14 Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, 15 e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Parola del Signore.
Lode a te, o Cristo.

 

Segue la lettura della riflessione da parte di un lettore.

Scegliere

È possibile fare un passo senza determinare una direzione? No.
È possibile iniziare a camminare senza imprimere al passo una direzione? No.
È possibile con lo stesso passo andare in due direzioni diverse? No.
Non c’è colpo d’ala senza una direzione, né pinna di pesce che si muova, se non per imprimere una direzione. Non c’è radice d’albero che non si estenda senza direzione precisa. Non c’è torrente, folata di vento, stella e galassia, che si muova senza direzione.
Quando un’ala si muove in una direzione non si può muovere anche in un’altra.
Se si muove un braccio in una direzione, non si può nello stesso istante muoverlo in un’altra. Se il cuore è occupato in una direzione, non potrà occuparsi in altre direzioni.
Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza (Matteo 6,24). Non si può servire Dio e il denaro-ricchezza. Perché?
Semplice, hanno direzioni opposte. Non si possono seguire culture e ideologie umane e il vangelo, hanno direzioni opposte. Non si può credere ai dirigenti del popolo e alla Parola di Gesù, hanno direzioni opposte. Non si possono seguire mode, voghe, convinzioni umane e le procedure evangeliche, hanno direzioni opposte. Non si può credere alla politica e a Dio, hanno direzioni opposte. Non si può servire insieme l’uomo e la carriera, la solidarietà e la celebrità, hanno direzioni opposte. Non si può servire la famiglia di origine e quella originata, le aspettative dei genitori e il proprio compito nella vita, hanno direzioni opposte.    
Gesù viene condotto nel deserto, ma anche in quell’ambiente austero vive la sua dimensione divina. È in compagnia degli animali che ha creato ed è servito dalle schiere dei suoi angeli. Ma perché è nel deserto? Inevitabile. Tutti, ma proprio tutti quelli che vengono sulla terra, indipendentemente dalla provenienza e dall’essenza, devono essere sottoposti all’esperienza della scelta della direzione, o con Dio o contro Dio. Anche Gesù deve scegliere e decidere di confermare o meno la sua direzione.
Satana lo tenta. In pratica, qual è l’obiettivo di Satana? Far cambiare direzione a Gesù? La direzione dell’incarnazione di Gesù, del suo essere disceso dal cielo, è l’uomo, la salvezza, la riarmonizzazione dell’uomo secondo il metodo di Dio Padre. Questa è la sua direzione, la direzione che il Padre gli ha indicato per amore dell’umanità. Ora, Satana cerca di spostare anche a Gesù la sua direzione, perché la direzione è tutto nel movimento della vita. Se Gesù avesse preso come direzione quella di costringere l’uomo a credere in lui, non sarebbe più stata la direzione del Padre. Se Gesù avesse preso come direzione quella di salvaguardare la propria vita, la sua direzione non sarebbe più stata quella di illuminare, aiutare e sostenere l’umanità. Se Gesù avesse preso come direzione quella di mostrare la sua potenza e la sua grandezza e di ricevere gloria dagli uomini, avrebbe cambiato direzione alle sue parole, alle sue azioni, ai suoi gesti. Se Gesù avesse preso come direzione la sovranità, il potere, il controllo dell’uomo, avrebbe cambiato direzione ai suoi miracoli, ai suoi passi, ai suoi incontri e al suo comportamento nei giorni della sua passione e morte.
Tutti devono scegliere quale direzione imprimere alla propria vita. Chi non sceglie, si fa scegliere dal mondo e dal male. Quello che propone il mondo attraverso stati, governi, istituzioni, anche quando usa parole melliflue e vellutate come pace, salute, sicurezza, unità, sostenibilità, va in direzione opposta a Dio e alla Parola espressa da Gesù.
Quello che Gesù, attraverso la sua Parola e la sua vita, indica come via della vita e dell’amore, della pace, della salute e dell’unità va in direzione diametralmente opposta a quello che propongono i mezzi di comunicazione, le culture, le religioni, la scienza degli imperi economici e governativi.
Gesù è chiaro: Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo. Il tempo della scelta è giunto, il regno di Dio, cioè la direzione che Dio ha impresso alle cose e alla vita, è più vicino al cuore dell’uomo di quanto l’uomo possa immaginare.
Ora è tempo di scegliere, di trasformare da sotto in su il proprio modo di pensare. Il modo di pensare “da sotto” è quello con cui credi al mondo e alle sue proposte e prospettive. Il modo di pensare “in su” è quello con cui credi in Dio e alle sue proposte e prospettive, è quando credi, cioè aderisci come la pelle alle ossa, solo e unicamente al vangelo. Tutto il resto ha una direzione che porterà l’umanità a patire e conoscere sofferenza e morte come mai sarà accaduto nella sua storia.
Se sbagli direzione finché sei in centro città, in qualche modo torni indietro, segui le indicazioni, fai un paio di giri in più, ma poi ti ritrovi. Se sbagli direzione a quattromila metri in montagna d’inverno, sotto una tormenta di neve, sei morto.
Questa è l’ora, per chi ancora può capire qualcosa e utilizzare il cervello e l’intelligenza, è l’ora di scegliere definitivamente la propria direzione personale. O Gesù o tutto il resto.

 

Padre nostro che sei nei cieli
Santificato è il tuo nome
Il tuo regno viene
La tua volontà si compie
Come in cielo così in terra
La tua volontà si compie
Come in cielo così in terra
La tua volontà si compie

Tu ci doni il pane di ogni giorno
Tu rimetti a noi i nostri debiti
Nell’istante in cui noi li rimettiamo
Ai nostri debitori
Tu non ci induci in tentazione
Ma nella tentazione ci strappi
Dal maligno
Perché tuo il regno la potenza
E la gloria ora e per sempre
Perché tuo il regno la potenza
E la gloria ora e per sempre

Avun d(e)vashmayyo
Nethqaddash sh(e)mokh
Tithe malkuthokh
Nehwe tsevyonokh
Aykan no d(e)vashmayyo
Of bar‘o nehwe tsevyonokh
Aykanno d(e)vashmayyo
Of bar‘o nehwe tsevyonokh
Hav lan lachmo d(e)sunqonan yawmono
Washvuq lan chaubayn
Aykanno dof chnan shvaqn
L(e)chayyovayn
W(e)lo ta‘lan l(e)nesyuno
Ello patson ello patson
Men bisho
Mettul d(e)dhilokhi
Malkutho w(e)chaylo w(e)theshbuchto
Mettul d(e)dhilokhi
Malkutho w(e)chaylo w(e)theshbuchto

L(e)‘olam ‘Olmin Amin

Chaire

Onore a te Maria onore a te
Piena di Grazia
Onore a te Maria onore a te
Il Signore è con te
Benedetta sei tu tra le donne
Benedetto è il frutto
Del tuo grembo Gesù

Chaire Maria Chaire Maria

Santa Maria Santa Maria
Madre del Signore
Prega per noi prega per noi
Noi figli tuoi
Ora e nell’ora del nostro ritorno
Del nostro ritorno
Alla casa del Padre

 

Guida: Per intercessione di Maria nostra Madre e dei Santi Arcangeli, ci benedice, ci accompagna, in noi dimora Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo.
Tutti: Amen.

 

Il Signore ti benedica e ti protegga
Il Signore faccia brillare il suo volto su di te
Ti sia propizio

Il Signore sollevi verso te
Il suo volto e ponga in te Pace
Il Signore sollevi verso te
Il suo volto e ponga in te Pace

 

Note:

  1. il brano Tutti i sentieri è contenuto nel volume Chaire Yeshua volume 1, di Paolo Spoladore, Usiogope, Venezia 2012; i brani Avun, Chaire, Peace sono contenuti nell’opera Shiloh (libro + cd), di Paolo Spoladore, Usiogope, Venezia, 2009;
  2. la riflessione “Scegliere” è stata scritta da Paolo Spoladore per People in Praise - Symphonein Celebriamo la Pasqua 2021.